APR-ITALIA - ASSOCIAZIONE PROPRIETARI RESPONSABILI
name="description">

logo apr

 

 

Le storie più famose dei cani degli scrittori

scrittore

 

Anche gli scrittori e i poeti sono stati dei veri e propri amanti degli animali. Ecco una carrellata di cani più o meno noti della storia della letteratura …

MILANO – Scrittori, poeti, saggisti: tutti indubbiamente legati dalla scrittura e dalla passione per la letteratura. E non solo… molti scrittori, infatti, avevano un animale da compagnia a cui erano molto legati e di cui parlano: nelle loro opere, nei diari privati ma anche in alcune lettere. Alcuni di questi animali sono stati anche citati in opere da altri scrittori e sfruttati addirittura, diventando pretesto vero e proprio per raccontare le biografie di questi celebri personaggi della letteratura.
Passione allora non solo per la gente comune, ma anche per gli scrittori. E adesso che è estate è bene non dimenticarsi di loro, così come i lettori di Libreriamo che hanno sposato attivamente l’iniziativa di BooksAndPets, per sensibilizzare sull’argomento dell’abbandono degli animali.

 

Lord Byron, poeta inglese, aveva un cane di razza Terranova di nome Boatswain (che tradotto in italiano significa “Nostromo”). Il cucciolone di Byron morì nel novembre del 1808 perché affetto da rabbia. Il poeta lo curò senza timore di essere morso e di contrarre a propria volta la malattia. Famoso è “Epitaffio per un cane” che si trova sulla tomba di Boatswain a Newstead Abbey, in Inghilterra.

Anton Cechov

L’editore Nicolas Lykin regalò ad Anton Pavlovic Cechov, scrittore e drammaturgo russo ben due cuccioli di bassotto; lo scrittore chiamò il maschio Bromine (dal greco, “forte odore”) e la cagnolina Quinine (che è un antidolorifico). La seconda era pigra e poco attiva ed era la preferita dell’autore e, secondo il racconto della sorella di Cecov, Masha, la cagnolina ogni sera andava da Anton e gli metteva le zampe posteriori sulle ginocchia.

Charles Dickens

In una delle sue opere più celebri, Oliver Twist, Charles Dickens descrive un personaggio chiamato Bill Sikes, uno dei personaggi più cattivi descritti dallo scrittore. Sikes possiede un cane che si chiama Bull’s Eye, di razza Bull Terrier; la creaturina viene continuamente maltrattata dal suo padrone. Ma, nonostante ciò, i due sono inseparabili.

Alexander Pope

Alexander Pope era uno dei più importanti poeti inglesi del XVIII secolo. Nel 1712 scrisse un poema eroicomico intitolato “Il ricciolo rapito”: la protagonista di questa parodia epica si chiama Belinda, una giovane donna a cui viene tagliato un ricciolo da un libertino. Belinda possiede un cagnolino chiamato Shock; Pope descrisse questo cane non come un personaggio assestante ma come la somma dei luoghi comuni sui cani.

I coniugi Carlyle

Jane Welsh Carlyle era la moglie del celebre saggista scozzese, Thomas Carlyle. Questa aveva un cane di razza maltese di nome Nero che viene regolarmente descritto nelle lettere di Jane e nel suo diario, per ben dieci anni. Il cane era molto goloso di torta anche se il suo pasto giornaliero era pane e acqua, con l’aggiunta di zuppa.

Elizabeth Browning

Elizabeth Barrett Browning era una poetessa inglese, sposata col poeta Robert Browning. Elizabeth possedeva un cocker spaniel di nome Flush; molto spesso scriveva di lui, decantando il fatto che fossero compagni inseparabili. Flush divenne famoso grazie ad un romanzo di Virginia Woolf, intitolato proprio “Flush, vita di un cane” pubblicato nel 1933. Attraverso il punto di vista di questo Cocker Spaniel con il pelo fulvo, la scrittrice racconta la vita di Elizabeth Barrett Browning: del matrimonio con Robert Browning, della malattia della poetessa, della fuga in Italia, e della nascita a Firenze del figlio dei due, Pen.

Thomas Hardy

Thomas Hardy era uno scrittore e un poeta inglese che insieme a sua moglie Florence, aveva un fox terrier di nome Wessex, un cane piuttosto aggressivo. Amava proteggere il suo territorio anche e soprattutto quando qualche estraneo arrivava a casa Hardy. Persino il postino doveva fare attenzione a non farsi strappare i pantaloni.

Arthur Conan Doyle 

Lo scrittore scozzese, Arthur Conan Doyle ha inventato non solo il celebre investigatore privato Sherlock Holmes ma.. anche il suo cane, Toby che, in più di un’occasione lo ha aiutato a risolvere alcuni dei suoi casi, fiutando indizi. Toby compare per la prima volta ne “Il segno dei quattro”, del 1890, il secondo romanzo su Sherlock Holmes, un cane dal pelo lungo, con le orecchie pendenti, bianco e marrone, che il detective definisce persino migliore della polizia londinese.

fonte

SOLO PER TE
Tanti racconti di cani e gatti comuni ma irripetibili, certo vi ci riconoscerete
Solo per te

ACQUISTA ON LINE

 

 Manuale di Pronto Soccorso Veterinario

Manuale di Pronto Soccorso
Veterinario

di Associazione Proprietari Responsabili

Quando in famiglia vive un cane o un gatto è necessario avere una conoscenza di base di elementi di Pronto Soccorso Veterinario poichè anche il nostro amico potrà essere soggetto... 
Più informazion

 

 

INDICE

Che cosa si intente
per proprietà
responsabile

Il nostro statuto


il nostro giornale


il nostro portale


Educazione cinofila
nove lezioni
importantissime


Agility
ecco come imparare
e praticarla



le vostre segnalazioni


Le leggi


I cani in auto


Nei locali pubblici


In vacanza col cane


In viaggio in ITALIA



In viaggio all'estero



Ordinanze e sentenze


Qui accettano il tuo cane


Ricoveri per animali


Giocare con il tuo cane


Cani e Umani
una intesa millenaria

il nostro mercatino

Garden Bedetti Shop  

SITI DEGNI DI NOTA

La comunità virtuale di Milano,
qui i tuoi cani sono i benvenuti
fanne parte anche tu!

cani blog shop logo
 

Consigliato da tanti di voi per i cani
che soffrono di dolori articolari

Flexwize per gli animali domestici, glucosamina liquido per promuovere articolazioni senza dolore sani nel vostro gatto o cane

FLEXWIZE
il miglior prodotto contro i dolori artrosici dei vostri animali, risultati garantiti dopo 10 gg. dalla somministrazione, o sarete rimborsati.

SCOPRITENE LA COMPOSIZIONE E ORDINATELO

I LIBRI CHE VI CONSIGLIAMO


AMICI PER LA VITA

AMICI PER LA VITA
Le nostre vite scorrono parallele con quelle dei nostri animali, sono i nostri amici, i nostri fedeli compagni. Ma la loro esistenza è più breve della nostra e quindi abbiamo sentito la... 
Più informazioni 
 
La Leggenda del Ponte Arcobaleno

La Leggenda del Ponte
Arcobaleno

Un grande successo!

Dove vanno i nostri amati cani e gatti quando ci lasciano per sempre? Esiste un luogo dove loro ritornano ad essere sani e felici e sarà in quel luogo che li ritroveremo.....
iscrivetevi al gruppo faceook che porta lo stesso nome e dove molti proprietari di cani condividono il loro dolore

cuoricini

cane con papaveri ritratto

I ritratti di
Giovanna Ghezzi, contattala

 

Crocchette puppy, junior, adult e senior: scopri le differenze

età del cane

Il cane è il migliore amico a quattro zampe dell'uomo. Ci offre compagnia, ci aiuta nei momenti difficili, ci fa sorridere quando meno ce lo aspettiamo ed è sempre lì pronto ad aiutarci e farci divertire. E' risaputo che avere un cane aiuta nella saluta mentale e a combattere la solitudine e la depressone.
Molto spesso però non si offre la dovuta attenzione all'alimentazione del proprio animale domestico. Si tende a pensare che nutrire il cane con gli avanzi del cibo sia la cosa migliore e invece, non esiste pratica più sbagliata!!!
Molti cibi che consumiamo infatti possono essere tossici per i nostri amici a quattro zampe.
Il cane è un mammifero e proprio come noi umani, puiò essere soggetto a malattie cardiovascolari, sovrappeso, diabete che possono dipendere da una scorretta alimentazione.
Donare la giusta nutrizone con il dovuto apporto proteico e di sali minerali, e la corretta attività fisica sono il primo passo per donare al vostro cane una buona aspettativa di vita.
Il mondo del cibo per cani è variegato e ricco di diversità. Bisogna conoscerne le differenze e prendere il più adatto alle nostre esigenze. Come per noi anche per i cani l'alimentazione varia a seconda dell'età.
Le crocchette si distinguono in: Puppy, junior, adult e senior che scandiscono le varie età della vita del cane.


1.1 Le crocchette Puppy
La fase dell'infazia è quella più importante perché avviene il vero e proprio sviluppo mentale e fisico.
In questa periodo i cuccioli, come i neonati umani, hanno bisogno della corretta alimentazione per crescere sani e vitali.
I cibi pensati appositamente per loro sono i cosidetti: Puppy.
In questo momento i fabbisogni del cane riguardano sia il mentenimento quindi l'energia necessaria a svolgere le normali attività, sia l'accrescimento che è deputato a fornire i dovuti nutrienti per aiutare lo sviluppo delle ossa e quello muscolare. 
Si tratta di crocchette formulate proprio per i cuccioli sono di dimensione più piccole e normalmente un po' più dure per adattarle ai denti da latte che sono molto affilati. In questi mangimi è la quota proteica che cambia ed è superiore di circa il 5-7% proprio perché le proteine sono i mattoni che andranno a formare l'organismo del nostro cane.
E' opportuno farle mangiare per i primi sei mesi di vita proprio per evitare carenze proteiche che comporterebbero problemi di sviluppo.
Infine importante stabilire quante volte al giorno il cucciolo va nutrito e la posologia corretta di cibo da dare e cercare di rispettare sempre gli orari di somministrazione. Per evitare di eccedere o essere carenti nel dosaggio è sempre consigliato rivolgersi al proprio veterinario.

1.2 Le crocchette junior
Adatte non ai cuccioli ma ai cuccioloni. Sono quelle crocchette che vanno date nella seconda fase di crescita diciamo quando il cane è in piena pubertà. Possono essere denominate in questo modo anche le crocchette puppy per animali di taglia grande.
Ideali dopo i sei mesi di vita e fino all'anno massimo anno e mezzo del proprio animale. Hanno sempre un bilanciamento proteico diverso che aiuta il continuo sviluppo osseo e muscolare. Cambiare il cibo deve essere un passaggio graduale in modo tale che sia il cagnolino che il suo organismo si abituino alle novità.

1.3 Le crocchette Adult
Sono la tipologia di mangime con cui il cane si nutrirà per la maggior parte della sua vita. Si possono dare dai sei mesi di vita fino ai nove anni di età e in commercio ne esistono tantissime tipologie che variano per razza, taglia, carne, ecc.
La composizione nutritiva delle crocchette in realtà non cambia di solito le differenze sono negli integratori opportunamente dosati e scelti per ogni razza e taglia. Tendenzialmente in questi alimenti le crocchette sono di dimensioni grandi e non eccessivamente dure.
In questo caso l'utilizzo di un tipo piuttosto che un altro non crea gravi conseguenze. Sarà il cane che sceglierà la crocchetta più adatta a lui a. Di solito i cani in età adulta mangiano una volta al giorno.
Esistono poi in questa categoria dei veri e propri mangimi veterinari adatti ai cani che hanno determinate problematiche, come diabete e tumori, che vanno scelti e utilizzati solo sotto stretto controllo del veterinario.


1.4 Le crocchette Senior
Con l'andare avanti dell'età anche il corpo del cane invecchia e quindi si iniziano ad avere problemi nel mangiare a causa dei denti e problematiche a livello intestinale perché l'apparato digerente comincia a funzionare più lentamente. 
Il passaggio alle crocchette Senior avviene dopo il nono anno di età o quando ci accorgiamo che il nostro cane ha difficoltà a mangiare le "solite" crocchette.
Sono crocchette più morbide e altamente digeribili e sono formulate con un alta quota di acidi grassi, omega 3 ed omega 6, che favoriscono la salute articolare riducendo le infiammazioni. E' un cibo che va dato costantemente senza variazioni per evitare problematiche.

1.5 Acquisto delle crocchette
E' importante sapere che oltre ai classici negozi per animali è possibile trovare online tutte le tipologie di crocchette per cani non solo delle categorie di cui abbiamo parlato ma anche suddivise per razza e taglia. Si trovano correlate delle opportune informazioni e spesso è possibile trovare anche offerte molto interessanti.

Rispettare il proprio cane non vuol dire solo coccolarlo ma anche amarlo e nutrirlo nel modo corretto.

Ritratti d'amore
dipingere con passione e creare ritratti fantastici di cani e di gatti, se lo desideri, potrebbe esserci anche il tuo

GIOVANNA GHEZZI
Un ritratto stupendo per un cane fantastico, il tuo!

dino
cuoricini
cane
cuoricini
pippo
cuoricini
kim
 
 

 


     
REDAZIONE WEB - NOTE LEGALI - OFFERTA PUBBLICITARIA
Per offrirti una navigazione migliore questo sito utilizza i coockie, continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro uso in conformità con la nostra Cookie Policy